Dispositivi protettivi ANTIACARO

Cosa sono gli acari della polvere?

Gli acari della polvere non si vedono, non si sentono, non pungono ma sono una delle principali cause dell’allergia respiratoria.

Negli ultimi vent’anni si è registrato un notevole aumento di patologie allergiche.

In particolare, l’allergia agli acari della polvere rappresenta una patologia di rilievo sociale. Gli acari (dermatophagoides pteronyssinus e dermatophagoides farinae) sono microorganismi invisibili a occhio nudo, misurano circa 3 micron (3 millesimi di millimetro), e si concentrano in numero da 10 a 1000 per grammo di polvere.

Non si vedono, non si sentono, non pungono ma sono una delle principali cause dell’allergia respiratoria. Gli elementi allergizzanti sono i loro escrementi, le uova deposte e le secrezioni ghiandolari che, liberandosi nell’aria, vengono inalati.

Un parametro ambientale molto importante per lo sviluppo degli acari è il valore dell’umidità relativa, infatti se l’umidità relativa è inferiore al 60% gli acari si sviluppano con maggior difficoltà. I più comuni sono chiamati “acari della polvere” ed hanno il loro habitat permanente nell’ambiente domestico; i luoghi più frequentati dagli acari sono il materasso, le coperte, le tende, i tappeti, i guanciali, i peluches e i libri lasciati esposti all’aria.

Nei materassi, gli acari si cibano dei piccoli frammenti di pelle e di forfora prodotta dal normale ricambio fisiologico notturno.

La temperatura e l’umidità prodotta dal sudore rappresentano condizioni che ne favoriscono la crescita.

Diminuire la concentrazione degli acari nell’ambiente è il primo intervento per ridurre i disturbi e le patologie allergiche.