Tech

I pesticidi chimici sono sostanze dannose di cui si fa ancora largamente uso – soprattutto in agricoltura e negli ambienti domestici – per liberarsi di parassiti e infestanti che rovinano i nostri raccolti e limitano la nostra libertà dentro e fuori casa.

Combattere i parassiti è la nostra missione. Causa di disagio ormai tutto l’anno, acari, zecche e pulci, ma anche topi e zanzare ci obbligano a rivedere le nostre abitudini, non permettendoci di godere dei nostri momenti di tranquillità.

Sensibili a questo problema ci siamo chiesti come coniugare la nostra volontà di trovare una soluzione, con la necessità di non rilasciare ulteriori sostanze tossiche nell’ambiente.

Gli ultrasuoni rappresentano il nostro più grande successo; abbiamo sempre creduto che soltanto una tecnologia pulita e totalmente sicura per la salute delle persone e degli animali che vivono al nostro fianco potesse offrire un’alternativa concreta all’uso dei pesticidi che inquinano le risorse del pianeta, minacciando l’esistenza delle generazioni future.

Gli ultrasuoni emessi dai dispositivi ULTRASOUNDtech™ hanno la capacità di proteggere in maniera totale il soggetto creando attorno ad esso una barriera protettiva.

Lavorando in sinergia con il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Camerino e con il Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche ed Odontoiatriche dell’Università di Milano abbiamo individuato le modalità con cui la tecnologia ad ultrasuoni – già impiegata con successo in ambito medicale – allontana in modo efficace i più comuni parassiti. Attraverso onde emesse ad altissima frequenza e dunque inudibili per l’uomo e per gli animali domestici, ULTRASOUNDtech™ è l’alternativa green ai repellenti e disinfestanti più conosciuti per l’igienizzazione e la disinfestazione.

Come combattere, dunque, la presenza di zecche, pulci, acari della polvere e altre specie infestanti senza ricorrere a biocidi e sostanze chimiche che possono nuocere alla salute e all’ambiente?

La soluzione è molto semplice: disturbandoli. Rendendo l’ambiente inospitale per i parassiti, tanto quanto loro lo rendono per noi. Non fraintendeteci, non è un gioco: è scienza.

Gli ultrasuoni emessi dai dispositivi ULTRASOUNDtech™ hanno la capacità di proteggere in maniera totale il soggetto creando attorno ad esso una barriera protettiva.

Le onde soniche e ultrasoniche, infatti, sono vibrazioni dell’aria in grado di fungere da disabituante naturale per liberarsi di un ospite indesiderato. Saturando l’ambiente e agendo in modo specifico sulle singole varietà di parassiti e infestanti, gli ultrasuoni interrompono il loro ciclo di vita tradizionale, rendendo l’habitat che questi occupano sfavorevole.

Ostacolati nei movimenti e disorientati, i parassiti non potranno fare altro che cercare un luogo più accogliente e privo di elementi di disturbo dove poter proliferare. Oltre ad essere atossico ed ecologico, l’effetto repellente è duraturo poiché le onde meccaniche sonore sono emesse ad intensità modulata per prevenire l’assuefazione al suono prodotto.

Come agisce ULTRASOUNDtech™ sugli ospiti indesiderati causa di fastidiose punture e malattie?

ACARI
Le emissioni sonore producono una vibrazione dell’esoscheletro dei parassiti che ne altera il comportamento alimentare e riproduttivo, ottenendo una riduzione significativa sia della popolazione di acari sia degli escrementi allergizzanti. Gli ultrasuoni portano progressivamente all’estinzione della colonia, entro 90 giorni dall’installazione del dispositivo – periodo che coincide con il ciclo di vita medio di un acaro della polvere.

ZECCHE E PULCI
Gli ultrasuoni producono una vibrazione dei rostri frontali di questi parassiti cutanei, generando l’impossibilità di rilevare i movimenti del potenziale ospite e di nutrirsi. Le onde meccaniche sonore emesse dai dispositivi rendono l’uomo o l’animale inospitale e, istintivamente, il parassita sarà portato a tenersi a distanza o ad abbandonarlo.

ZANZARE
Le onde soniche simulano il battito di ali della zanzara maschio e allontana le femmine ematofaghe della specie, che sono responsabili delle punture. Il suono – amplificato da appositi emettitori posti sui dispositivi – alimenta la naturale rivalità tra i due sessi e genera un ambiente ostile per le zanzare femmina che sono dunque portate ad abbandonare l’area o l’ospite, rinunciando a nutrirsi.

TOPI, GHIRI, RODITORI
Le onde meccaniche sonore agiscono sul sistema nervoso dei roditori, provocano un disorientamento uditivo e ne ostacolano i movimenti, forzandoli ad abbandonare un ambiente per loro divenuto inospitale. Gli ultrasuoni sono emessi ad intensità modulare in modo da evitare l’assuefazione dei topi al suono prodotto.

Scopri i prodotti ULTRASOUNDtech™